Il futuro della Supply Chain

Blog

Il futuro della Supply Chain

Temera, aiuta le aziende del Fashion & Luxury a progettare una supply chain resiliente.

Analisi condotte da Gartner® nel 2019 già parlavano di un “vento di cambiamento” promosso dai drastici avanzamenti nella tecnologia e nel software. Ma come spesso capita la tecnologia da sola non fa da vero driver di cambiamento.
Sono gli eventi, spesso imprevisti come la pandemia Covid-19 che impongono un cambio di passo e richiedono di riprogettare o addirittura di Reinventare la propria Supply Chain.
Temera grazie alla competenza ed alle soluzioni proprietarie RFID consente ad aziende nell’industria fashion&luxury di affrontare le prossime sfide in ambito produttivo e logistico portando benefici concreti nell’automazione di processi, nell’accelerazione delle dinamiche operative e nel rendere l’intero sistema Resiliente.

28/09/2020
Le meccaniche di pianificazione produttiva (Supply Chain Planning o SCP) vivono ancora nel passato. Un’affermazione provocatoria certamente, ma molte aziende del settore possono tentare un’analisi razionale e darsi un giudizio da sole, su quanto siano realmente capaci di migliorare la pianificazione della catena di approvvigionamento e produzione o quanto siano realmente flessibili.

La pianificazione si basa ancora su un paradigma obsoleto incapsulato nell’algoritmo di pianificazione del fabbisogno di materiali (MRP), apparso per la prima volta all’inizio degli anni ’60. L’intera premessa di questo paradigma è la definizione di un piano accurato per la catena di fornitura, che possa poi essere eseguito. Se esistono piani di domanda, distinte base, tempi di consegna e livelli di capacità accurati, i piani di fornitura a monte possono essere calcolati con precisione.

L’ipotesi fondante di questo meccanismo è che se esiste un piano accurato, gli obiettivi prefissati sono raggiungibili. Tuttavia, c’è una variabile in grado di ribaltare tutto: l’incertezza. E come recita un vecchio detto militare “nessun piano sopravvive al primo contatto con il nemico”.

Il vero nemico della pianificazione basata sull’accuratezza è l’incertezza. E’ la variabile in grado di trasformare un piano accurato in un fallimento.

Nei primi anni 2000 la supply chain era ancora piuttosto semplice e poteva poggiare le proprie basi su condizioni più stazionarie, come una minore incertezza. Un minor numero di SKU, minori luoghi di stoccaggio assieme ad aspettative inferiori da parte dei consumatori.

Erano consentiti cicli decisionali più lunghi.

Oggi queste condizioni sono state stravolte ed il mondo della supply chain è più complesso ed incerto che mai.

L’avanzamento tecnologico e la sua applicazione a soluzioni SCP ha comportato dei miglioramenti i quali tuttavia, essendo di modesta entità e di tipo incrementale, non sono riusciti a portare grandi vantaggi. Il problema resta nel paradigma di pianificazione “crea una previsione accurata quindi propaga il ‘segnale’ di domanda a monte attraverso la supply chain
Il vero nemico della pianificazione basata sull’accuratezza è l’incertezza. E’ la variabile in grado di trasformare un piano accurato in un fallimento.

Come può un’azienda dominare l’incertezza e continuare a gestire la propria supply chain in modo efficace? Temera è fortemente convinta che la risposta consista nel ‘reinventarsi’ e nel disegnare un nuovo modello: quello della Supply Chain Resiliente.

La pianificazione resiliente è definita come un insieme di piani a medio e lungo termine che mitigano l’incertezza assicurando che sia integrato il giusto grado di adattabilità, facendo si che le attività in pipeline a breve termine siano più probabilmente e più facilmente eseguibili. Una caratteristica distintiva della pianificazione resiliente è che l’algoritmo di pianificazione a breve termine non sempre considera la supply chain end-to-end, piuttosto privilegia fare leva su un singolo punto di disaccoppiamento ed aumentare le garanzie di una esecuzione realmente fattibile.
Come può un’azienda dominare l’incertezza e continuare a gestire la propria supply chain in modo efficace? Temera è fortemente convinta che la risposta consista nel ‘reinventarsi’ e nel disegnare un nuovo modello: quello della <b>Supply Chain Resiliente</b>.
Per poter costruire una Supply Chain resiliente è necessario dotarsi di un “digital twin” un vero e proprio gemello digitale della catena di approvvigionamento delle materie prime o dei componenti e delle fasi di produzione.

Il digital twin è il mezzo che rende possibile tracciare eventi, come gli spostamenti della merce o l’aggiornamento degli ordini, e derivarne le implicazioni su tutte le fasi di filiera connesse, tramite analisi predittive e prescrittive lungo la catena di fornitura.

Questi test di resilienza consentiranno all’azienda di identificare i buffer rilevanti e i regimi di pianificazione (ad esempio, rinvio e disaccoppiamento, segmentazione) che possono determinare un miglioramento complessivo nella resilienza della supply chain.

Temera, grazie alla profonda conoscenza delle soluzioni IoT e RFID applicate al mondo del lusso e della moda può aiutare le aziende a costruire una supply chain resiliente.

<b>Temera</b>, grazie alla profonda conoscenza delle soluzioni IoT e RFID applicate al mondo del lusso e della moda può aiutare le aziende a costruire una <b>supply chain resiliente</b>.
La gestione dei tag embedded nel prodotto, la rilevazione degli avanzamenti di fase puntuale, realizzata tramite letture automatizzate dei tag RFID con tecnologia UHF o NFC, sono elementi cruciali che danno vita al gemello digitale di supply chain necessario per effettuare simulazioni.

Un ambiente di analisi avanzata del dato, dotato di un motore di ‘data integration’ in grado di far confluire informazioni provenienti da sistemi eterogenei, va a completare l’insieme dei tool necessari per poter affrontare un progetto orientato alla riorganizzazione della supply chain seguendo innovativi parametri di resilienza.

A questo si va ad aggiungere l’opportunità di sfruttare modelli pre-allenati di Machine Learning per convertire l’incertezza sconosciuta in variabilità nota.

Resiliente è meglio e con Temera può essere reale

Temera ha da sempre nel suo DNA la costante ricerca di soluzioni innovative per affrontare con successo le sfide di un mercato sempre più dinamico.