Cosa facciamo
Applicazioni

Distribuzione

Tecnologia IoT per la Distribuzione

Tecnologia IoT per la Distribuzione

Soluzioni Innovative per i Canali di Distribuzione

L’innovazione tecnologica sta entrando sempre più anche nei Canali di Distribuzione, ovvero quell’insieme di entità che operano per trasferire un prodotto dal produttore al consumatore. I vari passaggi nella catena di vendita di un prodotto ne rappresentano il canale di distribuzione.

I canali di distribuzione indiretti, a differenza di quelli diretti, sono architetture complesse all’interno delle quali entrano in gioco numerosi attori. Sono uno degli scenari più diffusi nel mercato globale, ovvero quando le aziende lavorano con vari partner di distribuzione o intermediari per portare prodotti e servizi ai clienti.

Nei canali di distribuzione indiretti vi gravitano numerose figure come:

  • (VAR) Value-Added Retailer 
  • System Integrator
  • Consulenti
  • (MSP) Managed Service Provider
  • (OEM) Produttori di apparecchiature originali
  • Retailer
  • Grossisti 
  • Distributori

La distribuzione ha un ruolo fondamentale per l’azienda produttrice in quanto permette di colmare le discrepanze (gap) esistenti fra impresa e mercato, come ad esempio il gap geografico.

Per poter raggiungere i consumatori sparsi su tutto il territorio globale l’azienda deve necessariamente avvalersi di canali di distribuzione per rendere i suoi prodotti raggiungibili dal cliente finale.

I Canali di Distribuzione ai tempi del Digitale

La tendenza sempre più diffusa nell’era della rivoluzione digitale è quella di propendere verso un Borderless Commerce.

Si parla quindi di un commercio privo di confini, siano essi geografici o di canali distributivi. In questo scenario diventa quindi indispensabile per le aziende mantenere il controllo della distribuzione dei propri prodotti fuori dai confini dell’azienda. Quando il network di vendita è esteso avere un’analisi in tempo reale delle vendite diventa davvero importante.

La rivoluzione digitale ha introdotto tecnologie innovative a favore dell’ottimizzazione e gestione dei canali di distribuzione. In un certo senso si può affermare che la tecnologia digitale ha modificato il concetto di distribuzione.

Uno degli effetti della digitalizzazione dei canali di distribuzione è sicuramente il grande successo delle piattaforme e-commerce che hanno aumentato notevolmente la vendita diretta per le aziende.

Anche nel caso di scenari molto più complessi, tipici dei canali di distribuzione indiretti, la tecnologia digitale permette di migliorare la gestione dei rapporti con i partner, permettendo inoltre di prendere decisioni veloci, precise e “data driven” sulla strategia di distribuzione. Grazie all’IoT le aziende possono utilizzare i dati raccolti per ottimizzare i rapporti con gli intermediari dei canali di distribuzione ma anche con i clienti stessi.

E-tailers e la Localizzazione dei Prodotti

L’e-tailing, o taling elettronico, ha un significato correlato all’e-commerce, di cui ne è una sottocategoria. E-tailing significa vendere prodotti al dettaglio su internet, mentre e-commerce ne è la transazione commerciale.

Grazie alla rivoluzione digitale le aziende utilizzano l’e-tailing come strumento di vendita diretta verso i loro clienti

In quest’ottica di commercio connesso l’aspetto della localizzazione dei prodotti diventa davvero centrale. Addetti alle vendite e clienti devono sempre avere informazioni aggiornate in termini di disponibilità in stock e stato degli ordini online. Tutti aspetti che gli e-tailer sanno bene, anche per poter gestire al meglio i resi delle merci.

IoT per la gestione Merci nel Punto Vendita

Grazie alla tecnologia IoT e all’introduzione dell’utilizzo dei tag Rfid nella distribuzione, anche i punti vendita possono avere enormi vantaggi da questo processo di digitalizzazione, ad esempio ottenendo una precisa situazione delle transazioni di ricezione e spedizione merci a livello di articolo.

La tecnologia IoT permette quindi di avere pieno controllo della gestione merci nel punto vendita:

  • Ricezione
  • Trasferimenti al punto vendita
  • Resi al fornitore
  • Evasione diretta al consumatore