Cosa facciamo
Tecnologie

AI Fashion

Cos’è l’ Ai - L’intelligenza artificiale?

Rivoluzione della Shopping experience nel settore Fashion

L’intelligenza artificiale, in breve Ai, è una branca dell'informatica che consente di abilitare una macchina a mostrare capacità umane come il ragionamento, l’applicazione, l’apprendimento e la creatività.

La tecnologia consente alle macchine di essere in relazione con il sistema e di azionare dei processi volti a risolvere problematiche, agendo verso uno specifico obiettivo. I computer che ricevono i dati sono in grado di elaborarli e agire con azioni specifiche.

L’impressionante rivoluzione consiste nella grande capacità dei sistemi di Ai nell'apprendere e adattare il proprio comportamento, analizzando gli effetti e i risultati di azioni precedenti, in autonomia.

L'intelligenza artificiale applicata nelle aziende ha il potenziale per rivoluzionare e migliorare tutti i processi aziendali, dalla produzione alla vendita, attraverso un maggiore velocità, una riduzione dei costi operativi e una profonda e potente elaborazione dei dati relativi al mercato e ai consumatori.

Fashion: sempre più veloce con la tecnologia Rfid

Fashion: sempre più veloce con la tecnologia Rfid

Una delle principali necessità del retail, compreso quello del fashion, è quella di rendere più efficiente la filiera e i processi aziendali.

Centralizzare la gestione delle informazioni  consente di velocizzare i processi, riduce il margine di errore e permette in modo più efficiente ed efficace la movimentazione dei prodotti e la gestione delle rimanenze.

Ma come gestire tutte le fasi operative a livello di magazzino e con una filiera con molti punti vendita? La soluzione è le tecnologia Rfid.

Tramite questa tecnologia basata sulla identificazione univoca di un prodotto tramite le onde-elettromagnetiche è possibile effettuare una rilevazione a distanza, univoca, massiva e handfree di oggetti o animali.

Rfid applicata al fashion Ai i consente di velocizzare tutti i processi di gestione e inventario del magazzino oltre a migliorare esponenzialmente la gestione delle merci e delle scorte con la conseguenza di incrementare le vendite e minimizzare gli sprechi.

Fashion Retail: Ai e Value Chain

Fashion Retail: Ai e Value Chain

La Value Chain, in italiano catena del valore, è un modello teorizzato da MIchael Porter che consente di descrivere la struttura di una organizzazione come un insieme limitato di processi suddivisi in primari e di supporto e approvvigionamento.

Tra i processi primari troviamo tutte quelle attività che contribuiscono alla generazione di un output aziendale:  logistica, attività operative, logistica in uscita, marketing e assistenza al cliente. Tra i processi di supporto troviamo tutte quelle attività che non contribuiscono direttamente alla creazione dell’output ma che sono necessarie affinché venga realizzato: approvvigionamenti, gestione delle risorse umane, sviluppo delle tecnologie e attività infrastrutturali.

L’Ai ha la grande capacità di portare notevoli vantaggi in grado di migliorare tutti i processi compresi nelle Value Chain, vantaggi sui quali il settore della moda ha espresso fin da subito un notevole interesse. Con questa tecnologia le aziende della moda possono costruire dei modelli basati sul pattern di dati raccolti e, grazie al machine learning, creare una supply chain più flessibile e veloce nella gestione.

L’applicazione dell’intelligenza artificiale nel settore della moda prevede l'impiego di algoritmi avanzati e l’uso di una tecnologia di machine learning per migliorare l’elaborazione dei dati e la decisione di processi produttivi. Grazie ai potenti algoritmi che analizzano i modelli passati e le tendenze future, l’ai è in grado di generare prototipi di base per nuovi capi di abbigliamento che poi verranno passati ai designer per eventuali modifiche prima della produzione.

L’Ai aiuta il settore della moda a prevedere le possibili tendenze su ogni categoria di prodotti grazie alla capacità di raccogliere e analizzare dati dalle piattaforme e-commerce, dai social network e da altre fonti di informazione.

Questa tecnologia svolge anche un grande compito di ottimizzazione per la gestione delle scorte e il loro collocamento oltre ad essere un valido supporto per la strategia di scelta dei prezzi.