Cosa facciamo
Applicazioni

Retail

IoT nel Retail Market

IoT nel Retail Market

Soluzioni Retail per Una Trasformazione Digitale 

Nel mercato globale è in corso un processo di Trasformazione Digitale che ha generato nel settore del commercio al dettaglio cambiamenti dalla portata rivoluzionaria.

Come conseguenza le Soluzioni Retail per gli store dislocati in tutto il mondo si stanno  evolvendo, a favore di una digitalizzazione che ridefinisce il ruolo stesso del negozio.

Con l’avvento degli e-commerce e delle piattaforme online i clienti sono sempre più connessi, il loro customer journey si muove con naturalezza da un tochpoint all’altro. In uno scenario così articolato il negozio fisico perde la sua centralità, entrando a far parte di una catena di punti di incontro tra brand e cliente, sia fisici che virtuali.

Una strategia omnichannel è quindi il futuro del retail e in quest’ottica poter contare su soluzioni innovative che sfruttano l’IoT in maniera pionieristica può fare davvero la differenza per i brand.

Omnichannel Retail: Favorire i punti di incontro

In un mercato come quello odierno i punti di contatto digitali per la vendita sono diventati un asset fondamentale del retail customer journey. Oggi il cliente è un “cliente digitale”, naviga l’e-commerce aziendale in cerca di ispirazioni, soddisfa il suo bisogno di informazioni e attraverso lo store locator individua il negozio fisico più vicino a lui per finalizzare l’acquisto.

Il percorso di acquisto non è esclusivamente unidirezionale “online verso store fisico”, ma è invece un percorso dove i punti di incontro tra brand e cliente sono multidirezionali. 

Il cliente moderno, quindi, non si accontenta di un’unica modalità d’acquisto ma è alla ricerca di un’esperienza “ibrida”, fluida perfettamente integrata con la sua “personale esperienza di shopping”, a favore dell’omnichannel retail.

Digital Retail: i Prodotti assumono una “Voce Digitale”

Digital Retail: i Prodotti assumono una “Voce Digitale”

Digital Transformation significa porre le tecnologie digitali al servizio dei mercati, sfruttando le loro potenzialità per creare innovazioni capaci di offrire nuovi strumenti per le aziende e aprire nuove frontiere.
La rivoluzione della Trasformazione Digitale nel settore Retail  ha dato origine al “Digital Retail”, un fenomeno generatore di scenari complessi, in cui anche i prodotti fisici acquisiscono una “voce digitale”.

E’ proprio in questo scenario che assistiamo a fenomeni di “disruption”, ovvero momenti di rottura all’interno dei quali nascono modi nuovi di interpretare ciò che ci circonda.
Clayton Christensen, professore di Harvard e consulente aziendale, coniò proprio il termine «disruptive innovation», per parlare di una improvvisa e totalizzante modifica di una logica di mercato, dovuta dall’effetto di una nuova tecnologia.

 
Clayton Christensen

 

Ma se la Trasformazione Digitale promotrice di innovativi cambiamenti in molti settori è un percorso fluido che non trova resistenze nel mondo reale e fisico, nel settore retail deve spesso fare i conti con la non digitalizzazione dei prodotti. Nonostante ciò, nella vendita al dettaglio la necessità del trasferimento di beni fisici dal venditore al consumatore è un aspetto che non ha fermato il processo di digitalizzazione dei retailer.

Anche nel mercato retail ogni processo del customer journey è ormai digitalizzato, tale da rendere i vecchi modelli di business di settore obsoleti e non sostenibili.

Digital Retail significa quindi evolversi da un business model incentrato sul prodotto ad una visione incentrata sul cliente e sulla sua esperienza di acquisto.

Il canale digitale permette di avere un rapporto continuo e costante con il consumatore, integrando tutti i touchpoint fino ad ottenere un’esperienza d’acquisto Omnichannel.

Fashion Retail: un Settore Sempre più Digital

Anche nel Fashion Retail la Trasformazione Digitale è ormai una realtà sempre più consolidata.

Il Fashion buyer, che prima della rivoluzione digitale comprava esclusivamente negli store fisici, oggi è completamente a suo agio in un percorso di acquisto omnichannel e fortemente digitalizzato.

Secondo un post pubblicato su Deloitte sulle sfide delle industrie fashion nell’epoca digitale, il ruolo dei consumatori è nettamente cambiato.

 
Post pubblicato su Deloitte sulle sfide delle industrie fashion nell’epoca digitale
 

Grazie all’uso sempre più massivo delle tecnologie e dispositivi digitali i consumatori non hanno più un ruolo passivo, non si accontentano più esclusivamente di comprare prodotti di moda ma vogliono interagire con il brand, vivere un’esperienza di appartenenza, essere ispirati e ispirare il brand stesso.

Nel mercato del Fashion Retail i consumatori utilizzano i canali digitali prima dell’acquisto, durante e dopo.

In un tale scenario di digitalizzazione la sfida per molti marchi di moda è proprio quella di non essere in ritardo rispetto alle aspettative dei consumatori ma piuttosto anticiparne i desideri.

L’omnicanalità nel Fashion Retail è diventato quindi un requisito essenziale, come emerso da uno studio pubblicato dall’Osservatorio.net in un’analisi approfondita sulla Multicanalità.
Questo attento studio a cura del Politecnico di Milano ci fornisce una panoramica dell'evoluzione del comportamento del consumatore in ottica multicanale, da cui è emerso:

  • 35,5 milioni di italiani utilizza il digitale nel processo di acquisto,
  • 23,1 milioni di italiani utilizzano il web in ogni fase del processo di acquisto,
  • 6,6 milioni di italiani sono “everywhere shopper” (ovvero  si relazionano ad un brand utilizzando più canali).
 
Osservatorio.net in un’analisi approfondita sulla Multicanalità
L’IOT a Supporto delle Nuove Esigenze del Retail Market

L’IOT a Supporto delle Nuove Esigenze del Retail Market

La Digital Transformation e le evoluzioni del mercato Retail hanno visto nascere nuove esigenze e nuovi bisogni da parte dei retailers. Queste nuove sfide del commercio al dettaglio si sono tradotte in tecnologici strumenti di business e innovative soluzioni digitali.

Proprio per questo le tecnologie legate all’IoT (Internet of Things) sono sempre più  utilizzate nel Retail Market.

I retailers di tutto il mondo utilizzano infatti  l’IoT per importanti azioni a supporto del processo di vendita, come:

  • monitorare e migliorare l'esperienza del cliente, 
  • ridurre i costi, 
  • ottimizzare i processi di Supply Chain e logistica.

 

Un esempio concreto di come le tecnologie IoT si pongono a supporto dei retailers è l’utilizzo di sensori traccianti.

I sensori nella vendita al dettaglio possono essere utilizzati per vari scopi, ad esempio gestire la catena di fornitura e logistica.
La tecnologia RFID e i sensori IoT vengono utilizzati dai retailers per monitorare le merci lungo l'intera catena di approvvigionamento. Questo permette di acquisire importanti dati come posizione, temperatura, umidità, eventuali urti, fornendo quindi informazioni che permetteranno di ottimizzare il controllo di qualità e la tracciabilità.

Le tecnologie IoT aiutano i rivenditori a rendere sempre più efficiente la gestione della logistica, ridurre i danni ai prodotti e minimizzare le perdite.

Secondo un sondaggio citato in un articolo di Deloitte sull'Internet of Things “il 74% di coloro che hanno implementato iniziative come la logistica basata sui sensori ha visto un aumento dei ricavi".

 

Articolo di Deloitte sull'Internet of Things

 

Anche in ambito di monitoraggio della soddisfazione del cliente il Retail Market utilizza con successo la tecnologia IoT. I sensori IoT collegati a una dashboard consentono ai negozi di raccogliere il feedback dei clienti immediatamente dopo l'acquisto, ottenendo così preziose informazioni in tempo reale.

Articoli correlati

Press 28/07/2021
Financial Times

FT 1000: the fifth annual list of Europe’s fastest-growing companies